Luca Brandi

Nato a Firenze, in Italia nel 1961,  ha prodotto una meravigliosa collezione che risale al 2001-2011. Ispirato sin dalla tenera età mentre lavorava in varie chiese della città di Firenze, Brandi studiò sotto Paolo Galletti, che insegnò le teorie sulla separazione della forma geometrica attraverso la pittura e il colore. Dopo aver studiato le opere di Richard Serra, Brice Marden e Frank Stella, Brandi ha scoperto la passione per l’arte minimalista. Ha quindi iniziato a lavorare su nuovi lavori basati sulla stratificazione di colori metallici che sono ancora alla base del suo lavoro oggi.

Il rosso e il fuoco sono i due elementi che strutturano il linguaggio artistico di Aubertin: dai Tableaux clous (quadri chiodi) che ricoperti di vernice rappresentano perfettamente le fiamme; ai Tableaux fils de fer (quadri fil di ferro), ai Dessin de feu (disegni di fuoco) o ancora i Parcours d’allumettes (percorsi di fiammiferi), fino ad arrivare alle performances dei pianoforti dati alle fiamme e alle automobili bruciate. Nell’ultimo periodo della sua pittura l’artista ha sostituito, nei dipinti monocromi, il rosso con il colori propri della combustione: nero, marrone, grigio, rosso-arancio e oro.

OPERE